Utilizziamo i cookie per permettere all'utente di usufruire al meglio del nostro sito Internet. Navigando, l'utente accetta l'uso dei cookie da parte nostra.
Consenti l'uso di cookie Disattiva l'uso di cookie
La nostra policy sui cookie
Attiva l'uso di cookie per meglio usufruire del sito Internet. Consenti l'uso di cookie La nostra policy sui cookie

DOMANDE FREQUENTI

Abbiamo raccolto le domande più frequenti, per consentirti di trovare la risposta che cerchi sui nostri prodotti.
Per ulteriori dubbi e informazioni, contattaci.
Pile
LE VECCHIE E NUOVE BATTERIE POSSONO ESSERE USATE INSIEME IN UN SOLO DISPOSITIVO?
No. Non mischiare mai batterie vecchie e nuove in un unico dispositivo: possono verificarsi perdite di liquido. Sostituire tutte le batterie in un dispositivo contemporaneamente.
PERCHÉ NON DOVETE MISCHIARE BATTERIE VECCHIE E NUOVE?
Le prestazioni di un prodotto a batteria sono condizionate in negativo dalla più debole di tutte le batterie del dispositivo. Una batteria scarica o vecchia può causare scarse prestazioni del prodotto anche se tutte le altre sono nuove o completamente cariche.
È POSSIBILE MISCHIARE DIVERSI TIPI DI BATTERIE IN UN SOLO DISPOSITIVO?
No. Non mischiare mai tipi di batterie, ad esempio alcaline, heavy duty e ricaricabili, in un unico dispositivo. Potrebbe verificarsi una perdita di liquido della batteria.
LE BATTERIE POSSONO ESSERE CONSERVATE IN DISPOSITIVI PER LUNGHI PERIODI DI TEMPO?
No. Le batterie devono essere rimosse da qualsiasi dispositivo che resterà inutilizzato per lunghi periodi di tempo.
QUANDO DOVREI RIMUOVERE LE BATTERIE DAL MIO DISPOSITIVO?
Le batterie devono essere rimosse dai dispositivi/apparecchiature quando:

  • Si prevede di non utilizzare il dispositivo per diversi mesi
  • Le batterie sono usurate (per evitare possibili danni da perdita della batteria)
  • Il dispositivo è alimentato dalla corrente domestica (AC)
IN CHE MODO IL FREDDO INFLUISCE SULLE BATTERIE?
Le batterie non possono fornire molta energia quando sono fredde. Potresti scoprire che la torcia nella tua auto in pieno inverno emette un fascio debole. Lasciare riscaldare le batterie alla temperatura normale e riprovare prima di decidere di sostituire le batterie.
COME FUNZIONA UNA BATTERIA?
Le batterie possono sembrare semplici, ma la fornitura di energia è un processo elettrochimico complicato. La corrente elettrica sotto forma di elettroni inizia a fluire nel circuito esterno quando il dispositivo, ad esempio una lampadina, viene acceso. Da quel momento il materiale anodico, lo zinco, rilascia due elettroni per atomo in un processo chiamato ossidazione, lasciando indietro ioni di zinco instabili. Dopo che gli elettroni hanno fatto il loro lavoro alimentando la lampadina, rientrano nella cellula del catodo, dove si combinano con il materiale attivo, il biossido di manganese, in un processo chiamato riduzione. I processi combinati di ossidazione e riduzione non potrebbero verificarsi in una batteria senza un modo interno per riportare gli elettroni all'anodo, bilanciando il flusso esterno di corrente. Questo processo è realizzato dal movimento degli ioni di idrossido caricati negativamente presenti nella soluzione acquosa chiamata elettrolita. Ogni elettrone che entra nel catodo reagisce con il biossido di manganese per formare MnOO-. A quel punto MnOO- reagisce con l'acqua dell'elettrolita. In quella reazione l'acqua si divide, rilasciando ioni di idrossido nell'elettrolita e ioni di idrogeno che si combinano con MnOO- per formare MnOOH. Il circuito interno è completato quando gli ioni di idrossido, prodotti in questa reazione al catodo, fluiscono verso l'anodo in forma di corrente ionica.
Lì si combinano con ioni di zinco instabili, che si sono formati nell'anodo quando gli elettroni erano originariamente ceduti al circuito esterno. Questo produce ossido di zinco e acqua. Questo completa il circuito (che è necessario per avere un flusso costante di elettricità) e alimenta la torcia.
COSA C’È ALL'INTERNO DI UNA BATTERIA?
In breve, la batteria è il risultato di un processo elettrochimico che converte l'energia chimica immagazzinata in energia elettrica. Il processo si svolge tra l'anodo, il catodo e l'elettrolita, le tre parti principali di una batteria. L'anodo è spesso un metallo, il catodo un ossido metallico e l'elettrolita una soluzione che facilita il flusso ionico. A seconda del tipo di batteria, la soluzione potrebbe essere una soluzione alcalina, zinco-aria, zinco-carbone o ecc. per celle primarie, NiMH (Nickel Metal Hydrid) o NiCD (Nickel Cadmium) per celle ricaricabili.
CHI HA INVENTATO LA BATTERIA?
Il fisico italiano Alessandro Volta sviluppò la prima cella elettrochimica nel 1748. Il termine "batteria" in base ai dispositivi elettronici apparve fondamentalmente con Franklin nello stesso anno per descrivere la raccolta di più celle elettrochimiche. Nel 1791, mentre lavorava all'Università di Bologna, Luigi Galvani scoprì che il muscolo di una rana si contrae quando viene toccato da un oggetto metallico. Questo fenomeno divenne noto come l'elettricità degli animali. Spinto da questi esperimenti, Volta iniziò una serie di esperimenti usando zinco, piombo, stagno e ferro come piastre positive (catodo) e rame, argento, oro e grafite come piastre negative (anodo) e inventò la prima batteria nota anche come pila di Volta nel 1800.
COME TROVO LA BATTERIA ALCALINA VARTA GIUSTA?
Trovare la batteria giusta è sempre complicato. L'ampia gamma VARTA semplifica la tua scelta. Esistono due tipi di batterie VARTA: batterie alcaline (primarie) e ricaricabili (NiMH).
Le batterie alcaline VARTA appartengono alle batterie primarie che non possono essere ricaricate. Rigorosamente, le batterie primarie sono utili dove sono richiesti lunghi periodi di conservazione. La gamma alcalina VARTA offre diversi prodotti con funzioni specifiche per rispondere al meglio a tutte le vostre aspettative.

  • Le batterie VARTA LONGLIFE Max Power forniscono energia precisa e flessibile per dispositivi digitali come fotocamere digitali o misuratori di pressione sanguigna.
  • Le batterie VARTA LONGLIFE Power offrono la potenza necessaria per dispositivi con elevato consumo di energia come giocattoli a batteria o torce.
  • Le batterie VARTA LONGLIFE funzionano particolarmente bene in dispositivi con fabbisogno energetico costante e basso, come telecomandi o orologi da parete.
  • Le batterie VARTA ULTRA Lithium sono la soluzione perfetta per dispositivi ad alta intensità energetica come fotocamere digitali, walkie-talkie o rilevatori di fumo e sono utilizzabili a temperature estremamente basse.

Inoltre, ti forniamo la migliore comunicazione mediante l'uso di pittogrammi che facilitano la tua scelta. Quindi, controlla subito i pittogrammi!
COME VENGONO RICICLATE LE BATTERIE?
Quando le batterie non possono più essere utilizzate, devono essere riciclate. La maggior parte delle batterie può essere riciclata. Le batterie alcaline vengono riciclate nell'industria dei metalli per recuperare acciaio, zinco, ferromanganese ecc. Le batterie NiCd/NiMH vengono utilizzate per recuperare il cadmio e il nichel. Le batterie agli ioni di litio vengono riciclate per recuperare cobalto e le pile a bottone per recuperare il mercurio. Nel 2006 l'UE ha approvato la direttiva sulle batterie, di cui uno degli obiettivi è un tasso più elevato di riciclaggio delle batterie. Circa il 70% delle batterie raccolte in Europa viene oggi riciclato. Questo tasso aumenterà nei prossimi anni.
COME DEVO SMALTIRE LE MIE BATTERIE ALCALINE?
Le batterie devono essere smaltite nei negozi di elettronica, nei supermercati o nei centri commerciali. Non gettare mai le batterie nel fuoco, in quanto ciò potrebbe causare un'esplosione.
DOVE DEVONO ESSERE CONSERVATE LE BATTERIE?
Le batterie devono essere conservate in un luogo fresco e asciutto. Evitare temperature estreme che riducono notevolmente le loro prestazioni. Conservare le batterie nella confezione originale fino a quando non si è pronti a usarle.
PERCHÉ CAMBIAMO I NOMI?
Dalla nostra ricerca abbiamo appreso che i nomi precedenti (Longlife, High Energy e Max Tech) non erano abbastanza orientativi.
Il nome più forte Longlife ha avuto le prestazioni peggiori rispetto alle altre due linee strategiche di batterie.
Ci sono sempre due dimensioni di ciò che i consumatori vogliono avere: lunga durata e potenza. I primi nomi High Energy e Max Tech non mostravano il vantaggio della durabilità. I tre nuovi nomi (LONGLIFE, LONGLIFE Power e LONGLIFE Max Power) comunicano entrambe le dimensioni: durata e potenza in tre tipi.
La ricerca ha chiaramente confermato i nomi guida migliori.
PERCHÉ ELIMINIAMO MOLTE INFORMAZIONI SUL BLISTER?
I nostri studi hanno dimostrato che l'inondazione di informazioni è una delle cause della scarsa utilità dell'imballaggio. Mancano orientamenti chiari, che sono importanti per il cliente.
Le informazioni sulle prestazioni non erano sufficientemente complete ed affidabili. La base manca nella maggior parte degli scaffali e il calcolo si basa solo su fotocamere digitali, che hanno una rilevanza decrescente.
Anche l'informazione per quanti anni è possibile conservare la batteria non è abbastanza rilevante.
PERCHÉ RIDUCIAMO LA NETTA DIFFERENZIAZIONE TRA I TIPI DI BATTERIA?
Anche la chiara differenziazione degli imballaggi esistenti è molto colorata e una delle ragioni della minore sovranità del marchio.
Diversi loghi di sottomarca indeboliscono l'aspetto del marchio.

Il nuovo packaging ha una base chiara (BLU VARTA) e differenzia molto bene i tipi.
CHE COSA È CAMBIATO PER QUANTO RIGUARDA LE PRESTAZIONI E PERCHÉ?
Le attuali tendenze del mercato mostrano l'importanza sempre minore delle applicazioni ad alto consumo (ad es. fotocamera digitale o flash fotografico) e una crescita dei dispositivi a basso consumo, come audio portatile, telecomandi o torce a LED. Per far fronte a questa tendenza abbiamo modificato il design interno delle nostre batterie combinandolo con l'aggiornamento delle materie prime e delle formulazioni. I nostri prodotti premium garantiscono la massima prestazione e sono ottimizzati anche per apparecchi a basso consumo energetico.
Ricaricabili
QUANTE VOLTE POSSO CARICARE LE MIE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH?
Le batterie ricaricabili VARTA possono essere ricaricate centinaia di volte! Questo è il motivo per cui l'utilizzo di batterie ricaricabili VARTA può comportare risparmi significativi rispetto alle batterie alcaline.
QUANTE VOLTE POSSO CARICARE LE MIE BATTERIE VARTA RICARICABILI ENDLESS?
Le batterie VARTA RECHARGE ACCU Endless sono una fonte di energia quasi infinita e possono essere ricaricate fino a 3500 volte (basate su AAA 550 mAh e AA 1000 mAh).
LE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH SONO DISPONIBILI IN TUTTI I FORMATI?
Sì. Le batterie ricaricabili VARTA sono disponibili nei formati AA, AAA, C, D e 9V.
LE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH DEVONO ESSERE SCARICATE COMPLETAMENTE PRIMA DELLA RICARICA?
No. Le batterie NiMH ricaricabili VARTA non hanno il tipico effetto memoria. Con un caricabatteria adatto possono essere ricaricate in qualsiasi momento senza alcun effetto sulle prestazioni o sulla durata della batteria.
È POSSIBILE UTILIZZARE LE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH IN QUALSIASI DISPOSITIVO CHE FUNZIONA CON BATTERIE ALCALINE?
Sì, puoi utilizzare le batterie NiMH in qualsiasi dispositivo che utilizza batterie alcaline. Ad esempio, se in genere si utilizzano batterie alcaline AA, è possibile utilizzare anche le AA NiMH.
LE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH DEVONO ESSERE CARICATE AL PRIMO UTILIZZO?
No. Le VARTA RECHARGE ACCU Endless, RECHARGE ACCU Power e RECHARGE ACCU Recycled sono pronte all'uso, il che significa che possono essere utilizzate direttamente dalla confezione.
LE BATTERIE VARTA RICARICABILI NIMH DEVONO ESSERE RICARICATE IN UN CARICABATTERIE VARTA?
No, tutte le batterie ricaricabili VARTA possono essere caricate in qualsiasi caricabatteria. Tuttavia, si consigliano caricabatteria VARTA.
LE BATTERIE RICARICABILI DIVENTANO CALDE DURANTE IL PROCESSO DI RICARICA. È NORMALE?
A seconda della corrente di carica, le batterie ricaricabili si surriscaldano durante il processo di carica e, soprattutto, al termine della carica. Questo è normale e non è motivo di preoccupazione.
Tuttavia, se le batterie ricaricabili diventano estremamente calde o l'etichetta della batteria inizia a fare bolle, questo significa che sono state sovraccaricate. Questo potrebbe accadere con caricabatteria basici che non hanno alcun sistema di sicurezza per l'interruzione del processo di ricarica. In questo caso, è necessario interrompere la ricarica manualmente e verificare i criteri di ricarica o i tempi di ricarica e osservare le informazioni nel manuale dell'utente.
QUAL È LA DIFFERENZA TRA LE BATTERIE RICARIBILI VARTA ACCU ENDLESS, ACCU POWER E ACCU RECYCLED?
La VARTA RECHARGE ACCU Endless è la nostra gamma premium con la più alta quantità di cicli di ricarica e una carica a stoccaggio molto lunga.
Il VARTA RECHARGE ACCU Recycling è realizzato in materiale riciclato all'11% senza compromessi sulle prestazioni. È disponibile nelle capacità AA e AAA più richieste.
E la VARTA RECHARGE ACCU Power è la gamma più ampia con la giusta capacità per ogni applicazione.
Caricatori
LA RICARICA RAPIDA DANNEGGIA LA MIA BATTERIA RICARICABILE?
No. La ricarica richiede circa 15 min-2 ore con un caricabatteria rapido, invece più di 10 ore con i caricabatteria normali. La corrente relativamente alta del caricatore rapido richiede una forma particolarmente affidabile di spegnimento una volta che la batteria è completamente carica.
DI COSA SI DEVE TENER CONTO NELLA RICARICA DELLE BATTERIE RICARICABILI?
Le batterie ricaricabili possono, in generale, essere caricate in qualsiasi caricabatteria. È importante assicurarsi che le batterie ricaricabili non siano sovraccaricate nel caricabatteria. Ciò significa che i caricabatteria con correnti di carica più elevate devono reagire in modo più accurato al termine della carica. Le informazioni contenute nel manuale dell'utente devono sempre essere rispettate.
QUALI SONO LE DIVERSE RICARICHE DISPONIBILI E COME DIFFERISCONO?
Esistono tre tipi di caricabatteria:

Caricabatteria senza sistema di cut-off:
Questi caricabatteria sono generalmente caricabatteria con una corrente di carica molto bassa. Il tempo di ricarica specificato nel manuale dell'utente deve essere monitorato dall'utente e il caricabatteria deve essere spento manualmente. Non vi è alcun rischio di sovraccaricare le batterie ricaricabili se si rispettano i tempi di ricarica.

Caricabatteria con timer integrato (temporizzatore):
Con questi caricabatteria, la corrente di ricarica è di solito leggermente superiore rispetto ai caricabatteria senza cut-off. I tempi di ricarica devono comunque essere controllati manualmente. Il timer può essere utilizzato solo parzialmente come monitoraggio di cut-off (solo se il tempo del timer è quasi uguale al tempo di ricarica della batteria ricaricabile). In caso contrario, il timer agisce come un'interruzione di emergenza (si prega di notare che il timer viene riavviato quando il caricabatteria viene scollegato dalla rete elettrica e poi ricollegato). Il sovraccarico delle batterie ricaricabili è possibile se il tempo di ricarica non è rispettato. Se i tempi di ricarica sono specificati solo in modo molto impreciso o per niente, essi possono essere calcolati con una semplice formula (vedi sotto).

Caricabatteria con sistema di spegnimento elettronico (ad es.  Minus Delta V, Delta Peak, controllo della temperatura):
Con questi caricabatteria, la carica viene monitorata elettronicamente. Le correnti di carica possono essere molto elevate, con il risultato che il tempo di carica scende a molto meno di un'ora. La qualità del sistema di cut-off gioca un ruolo importante. Più alta è la corrente di carica del caricabatteria, più accuratamente il processo di ricarica deve terminare alla fine della ricarica, cos' da evitare il sovraccarico della batteria ricaricabile.
COME PUÒ ESSERE CALCOLATO IL TEMPO GENERALE DI RICARICA?
Il tempo di ricarica può essere calcolato in modo molto semplice con la seguente formula:
Tempo di ricarica (h) = (Capacità della batteria ricaricabile (mAh) x 1.4)/Corrente di ricarica (mA)
Esempio:
Capacità della batteria ricaricabile = 2100 mAh (batteria ricaricabile Mignon)
Corrente di carica del caricabatteria = 380 mA
Tempo di ricarica = (2100 mAh x 1.4)/380 mA = ca. 7.7 ore
SI VERIFICANO PROBLEMI QUANDO SI CARICANO BATTERIE RICARICABILI VECCHIE NEI CARICABATTERIE VELOCI?
I caricabatteria veloci hanno tempi di ricarica molto brevi e quindi utilizzano correnti di ricarica molto elevate. Per motivi di sicurezza, è importante utilizzare solo batterie ricaricabili integre con un comportamento "normale" durante la ricarica con questi caricabatteria. Questo è generalmente preso in considerazione e verificato nei caricabatteria rapidi VARTA.
COME FUNZIONANO I CARICATORI CHE HANNO IL TIMER CUT-OFF?
Alcuni caricabatteria semplici e quindi anche economici sono dotati solo di un timer (temporizzatore elettronico) e generalmente si spengono dopo un tempo prestabilito. Ciò significa che i tempi di ricarica specificati nei manuali utente per i tipi di batterie ricaricabili devono essere rispettati in modo approssimativo (rimuovere la batteria ricaricabile dopo il tempo di ricarica specificato). I tempi di ricarica per diverse capacità della batteria ricaricabile possono essere facilmente misurati in modo proporzionale o calcolati. Se il caricabatteria viene scollegato dalla rete e quindi ricollegato, il timer si riavvierà e ricomincerà a caricare dall'inizio. Per batterie ricaricabili con capacità maggiori, potrebbe essere necessario avviare due volte il processo di ricarica.
COSA SI DEVE PRENDERE IN CONSIDERAZIONE QUANDO SI CARICA CON IL CARICATORE LCD ULTRA FAST?
Quando si utilizzano caricabatteria con una corrente di carica molto elevata (tempo di ricarica inferiore a 30 minuti), è importante tenere presente che le batterie ricaricabili saranno quasi completamente cariche nel brevissimo tempo di ricarica specificato e che sono quindi pronte immediatamente per l'uso. Per ricaricare la piccola quantità di capacità residua, il caricabatteria deve essere semplicemente lasciato collegato per un pò (carica di mantenimento).
COS'È LA CARICA DI MANTENIMENTO?
La carica di mantenimento è una carica a bassa corrente dopo il processo di carica principale.
LE BATTERIE RICARICABILI DIVENTANO CALDE DURANTE IL PROCESSO DI RICARICA. È NORMALE?
A seconda della corrente di carica, le batterie ricaricabili si surriscaldano durante il processo di carica e, soprattutto, al termine della carica. Questo è normale e non è motivo di preoccupazione.
Tuttavia, se le batterie ricaricabili diventano estremamente calde o l'etichetta della batteria inizia a fare bolle, questo significa che sono state sovraccaricate. Questo potrebbe accadere con caricabatteria basici che non hanno alcun sistema di sicurezza per l'interruzione del processo di ricarica. In questo caso, è necessario interrompere la ricarica manualmente e verificare i criteri di ricarica o i tempi di ricarica e osservare le informazioni nel manuale dell'utente.
È POSSIBILE RICARICARE LE BATTERIE ALKALINE ?
No. Le batterie primarie non sono generalmente progettate per essere ricaricate. La ricarica comporterebbe un aumento del rischio di perdita del liquido e per la sicurezza, motivo per cui le batterie primarie non devono mai essere ricaricate.
POSSO RICARICARE BATTERIE RICARICABILI NICD (NICKEL-CADMIUM) CON UN CARICABATTERIE PER BATTERIE RICARICABILI NIMH (NICKEL-METAL HYDRIDE)?
Teoricamente sì, ma le batterie ricaricabili NiCd, che non sono più permesse da molto tempo, avevano una capacità molto inferiore rispetto alle attuali batterie ricaricabili NiMH standard.
LA CARICA RAPIDA RIDUCE LA VITA DELLE BATTERIE RICARICABILI?
Mentre può essere vero che la ricarica rapida delle batterie NiMH può ridurre la durata della stesse di poco, ciò dovrebbe essere più che compensato dall'inconveniente di caricarle sempre a carica lenta. Fintanto che vengono utilizzati caricabatteria progettati correttamente, la maggior parte delle batterie NiMH può essere ricaricata in meno di 20 minuti senza danni o riduzioni significative della loro durata.
LE BATTERIE NIMH DEVONO ESSERE SCARICATE COMPLETAMENTE PRIMA DELLA RICARICA?
No, se si utilizza un caricabatteria con sistemi di interruzione minus Delta V o della temperatura, le batterie ricaricabili NiMH possono essere caricate senza effetti negativi in qualsiasi momento, indipendentemente dal loro stato di carica.
DI QUALE CARICABATTERIE HO BISOGNO PER LE BATTERIE A BASSA SCARICA?
Batterie a bassa scarica (come ad esempio le batterie ricaricabili VARTA READY TO USE) possono essere caricate in qualsiasi caricabatteria VARTA di buona qualità.
SI POSSONO MISCHIARE VECCHIE E NUOVE BATTERIE RICARICABILI IN UN SOLO CARICABATTERIE?
Se il caricabatteria ha una carica a slot singolo (carica ciascuna batteria singolarmente, non a coppia), è possibile caricare contemporaneamente batterie vecchie e nuove. In ogni altro caso, la ricarica a coppie comporterà uno stato di carica irregolare.
QUAL È LA DIFFERENZA TRA LA CARICA A SLOT SINGOLA E QUELLA A COPPIE?
La ricarica a coppie significa che 2 celle vengono caricate in serie. Per attivare il processo di ricarica, tenere presente che entrambe le celle devono essere inserite. Si prega di assicurarsi che le batterie abbiano la stessa capacità e lo stesso stato di carica al fine di evitare il sovraccarico o una carica incompleta. In un caricabatteria con carica a singolo slot le celle vengono ricaricate singolarmente.
QUALE CARICATORE CONSENTE DI CARICARE SINGOLE CELLE?
Le singole celle possono essere caricate con il VARTA LCD Ultra Fast Charger e il VARTA LCD Smart Charger.
CON QUALE FREQUENZA LE BATTERIE RICARICABILI DOVREBBERO ESSERE CONDIZIONATE?
Le nuove batterie NiMH ricaricabili non richiedono condizionamento. Tuttavia, il condizionamento può essere utile quando le batterie meno recenti iniziano a perdere prestazioni. Può aiutare ad avviare le batterie ricaricabili NiMH che stanno per esaurirsi, in modo da ottenere il massimo dalle batterie più vecchie. Il caricabatteria VARTA Ultra Fast offre questa funzione, ad esempio.
CHE COS'È IL CONTROLLO DELLA TEMPERATURA?
La temperatura della batteria ricaricabile viene misurata durante la ricarica. Se supera un livello di temperatura massima definito, il caricabatteria si spegne.
CHE COS'È MINUS DELTA V (-DV)?
È un metodo per interrompere il processo di ricarica, che sfrutta il fatto che la tensione della cella diminuisce leggermente (-dV) in una batteria ricaricabile non appena la cella è completamente carica.
I CARICABATTERIE VARTA POSSONO ESSERE UTILIZZATI IN TUTTO IL MONDO?
I caricabatteria con ingresso (100-240 V) possono essere utilizzati in tutto il mondo.
Energia Portatile
QUALI DISPOSITIVI POSSONO ESSERE CARICATI CON UN POWER BANK?
In generale: tutto ciò che può essere caricato con un cavo USB può essere caricato anche con un Power Bank.
COME PUÒ ESSERE CARICATO UN POWER BANK?
Un Power Bank può essere caricato utilizzando qualsiasi fonte di alimentazione che abbia un'uscita USB. Le fonti di ricarica includono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, adattatori per parete con uscita USB, adattatori per auto con uscita USB, e persino altri Power Bank.
COME DEVO CONSERVARE IL MIO POWER BANK?
I Power Bank devono essere conservati in un luogo asciutto a una temperatura compresa tra 0-40°C/104°F (idealmente 20°C/68°F).
Conservare i Power Bank con un minimo del 40-50% di carica della batteria per una migliore durata.
CHE TIPO DI BATTERIE SONO USATE NEI POWER BANKS?
Molto spesso i Power Bank hanno una batteria agli ioni di litio (Li-Ion) o ai polimeri di litio (Li-Po).
QUAL È IL SIGNIFICATO DELLE FIGURE DI INPUT E DI OUTPUT NELLA DESCRIZIONE DEL PRODOTTO?
Input indica la tensione (V) e l'intensità di corrente (A) necessarie per caricare il Power Bank. Output indica la tensione di uscita (V) e la massima intensità di corrente possibile (A) disponibili per il dispositivo da caricare.
CHE COSA SIGNIFICA "MAH"?
"mAh" significa "milliampere all'ora" e viene utilizzato per descrivere la capacità della batteria interna in un Power Bank.
Per esempio, 6000mAh significa che la batteria è classificata per fornire 6000 milliampere per un'ora.
PERCHÉ UN POWER BANK HA UNA PORTA DI INGRESSO E UNA DI USCITA?
La porta di ingresso serve per caricare il Power Bank. La porta di uscita serve per caricare gli apparecchi portatili.
CHE TIPI DI CAVI SONO NECESSARI PER CARICARE UN TELEFONO/TABLET?
Dipende dal connettore di ingresso del dispositivo in carica.
Ad esempio: Micro USB (Samsung e molti altri), Lightning (esclusivo Apple) o un connettore USB di tipo C.
CHE TIPI DI CAVI SONO NECESSARI PER CARICARE UN POWER BANK?
La maggior parte dei Power Bank può essere caricata con un USB di Tipo A a Micro USB. A seconda del Power Bank, è possibile utilizzare un cavo da USB Tipo A a USB Tipo C.
COME FUNZIONA LA CARICA WIRELESS?
Il caricabatterie contiene una bobina del trasmettitore e il telefono cellulare contiene una bobina del ricevitore. Quando le due bobine si avvicinano abbastanza, la potenza viene inviata attraverso un campo magnetico.
POSSO PORTARE IL MIO POWER BANK SULL'AEREO?
Alcune Power Bank possono essere portati a bordo di un volo. Devono essere riposti nel bagaglio a mano e non devono superare i 100Wh. Poiché non esistono regole chiare, la maggior parte delle compagnie aeree segue le linee guida IATA. Se vuoi essere sicuro al 100% se puoi portare Il tuo Power Bank o meno, consulta le normative sui bagagli delle compagnie aeree o chiedi in aeroporto.
I POWER BANKS HANNO UN EFFETTO MEMORIA?
I Power Bank utilizzano la tecnologia della batteria ai polimeri di litio o agli ioni di litio, che non ha problemi di memoria.
È NORMALE CHE UN POWER BANK SI SCALDI DURANTE IL FUNZIONAMENTO?
Sì, il normale funzionamento genera calore da lieve a moderato. Si consiglia di caricare/scaricare il Power Bank in un'area aperta e di interrompere il caricamento/scaricamento durante l'utilizzo se diventa eccezionalmente caldo.
QUAL È LA MIA GARANZIA PER I POWER BANK VARTA?
2 anni a partire dalla data di acquisto.
CHE COSA SIGNIFICANO INPUT E OUTPUT?
Input descrive la tensione e la corrente necessarie per caricare il Power Bank. Output descrive la tensione e la corrente massima disponibili per caricare un dispositivo.
PERCHÉ IL POWER BANK NON È IN GRADO DI CARICARE IL MIO TABLET?
Se il Power Bank non è in grado di fornire corrente sufficiente, il completamento della ricarica di un tablet richiederà troppo tempo. Si consiglia di utilizzare un Power Bank con uscita minima di 2.1A per caricare i tablet.
UN POWER BANK AD ALTA CAPACITÀ CARICA UN TELEFONO PIÙ VELOCEMENTE DI UN POWER BANK A BASSA CAPACITÀ?
No, il tempo di ricarica è determinato dalla corrente di uscita e non dalla capacità del Power Bank.
COME POSSO PROLUNGARE LA VITA DELL MIO POWER BANK?
Per prolungare la durata della batteria, caricare completamente il Power Bank prima dell'uso. Evitare di conservare Power Bank in ambienti estremamente caldi o freddi. Conserva sempre il tuo Power Bank con una carica del 40-50%. Non conservare i Power Bank mentre la batteria è completamente scarica, poiché ciò ridurrà la capacità della batteria o la renderà inutilizzabile.
PILE SPECIALI
USO BATTERIE DI UN ALTRO MARCHIO, COME POSSO TROVARE UN EQUIVALENTE VARTA?
Puoi digitare il tipo di batteria (numero inciso sulla superficie o scritto sulla confezione) nella funzione di ricerca qui per trovare la batteria VARTA corrispondente.
COME POSSO TROVARE LA CORRETTA BATTERIA PER IL MIO DISPOSITIVO?
I produttori specificano il tipo di batteria necessario per alimentare il dispositivo. Di solito il tipo di batteria necessaria è scritta nel manuale del dispositivo o addirittura sul dispositivo stesso. La maggior parte delle pile a bottone ha un codice (tipo di batteria) incisa sulla superficie, ad es. CR 2032 o V 377 (o codice produttore).
COSA DEVI FARE QUANDO IL TUO BAMBINO HA INGERITO UNA BATTERIA A BOTTONE?
In caso di ingestione della batteria, consultare immediatamente un medico in un ospedale o pronto soccorso. Non lasciare che il tuo bambino mangi o beva fino a quando una radiografia non può determinare se è presente una batteria. Se hai ancora la confezione della batteria o il dispositivo che contiene la batteria, portala con te per aiutare il medico a identificare il tipo e la composizione chimica della batteria.
Visita le linee guida per l'uso sicuro delle batterie a bottone: http://buttonbatterysafety.com/
Torce
CHE COS'È L'ANSI?
ANSI è l'acronimo di American National Standard Institute. Questo Istituto fornisce ai principali standard mondiali di torce elettriche definizioni precise di termini, regole di marcatura e metodi di prova per misurare i parametri di prestazione rilevanti delle torce portatili e consente quindi di confrontare più facilmente le caratteristiche prestazionali.
COSA SIGNIFICA CAPACITÀ LUMINOSA?
La capacità luminosa è la misurazione della quantità totale dell'energia luminosa complessiva emessa. Il valore è riportato in lumen (abbreviato "lm" sulle confezioni VARTA).
COME È MISURATA LA DURATA?
La durata (abbreviato "h" sulle confezioni VARTA) è il tempo misurato fra il valore iniziale di emissione della luce (30 secondi dopo l'accensione della luce con batterie nuove) e il momento in cui l'emissione di luce scende al 10% del valore.
COME È MISURATO IL FASCIO LUMINOSO?
Il fascio luminoso è la distanza alla quale il raggio luminoso è ancora 0,25 lux. I risultati sono riportati in metri (abbreviati "m" sulle confezioni VARTA) e misurati con un luxmetro.
QUAL' È LA DIFFERENZA TRA LUMEN, LUX E WATT?
Lumen (abbreviato "lm") è un'unità di misura che indica la quantità totale di luce che viene emessa da una sorgente luminosa. All'incirca si può dire che più lumen ci sono più luminosa è la luce. Lux è l'unità di misura che indica l'emissione di luce in una determinata area. Un lux equivale a un lumem per metro quadrato. I Watt misurano quanta energia consuma il prodotto/LED, non quanta luce emessa (lumen) fornisce.
CHE COSA SIGNIFICA LA RESISTENZA AGLI URTI?
La resistenza agli urti è quanta resistenza agli urti è richiesta alle nostre torce. Misura il grado in cui una torcia portatile resiste al danno se lasciata cadere su una superficie solida. L'altezza di caduta per le nostre torce è di almeno 1m, ma molte delle nostre torce sono testate da un'altezza di caduta superiore (fino a 9m, dipende dal tipo di torcia ed è indicata nel libretto del prodotto). I campioni lasciati cadere non devono presentare crepe o rotture e devono rimanere perfettamente funzionanti.
COSA È L' IP?
IP sta per Impact Protection (ad es. IPX4). Lo standard internazionale IP viene utilizzato per definire e classificare i livelli di efficacia di tenuta degli involucri elettrici contro le intrusioni di corpi estranei (strumenti, sporco, ecc.) e umidità.
QUAL È LA DIFFERENZA TRA IMPERMEABILITÀ E RESISTENZA ALL'ACQUA?
L'impermeabilità significa che la torcia può essere immersa fino a una data profondità (IPX7): immersa in 1 metro per 30 minuti. Resistente all'acqua significa che la torcia è protetta contro gli spruzzi d'acqua (IPX4).
POSSO USARE BATTERIE NON VARTA PER LE TORCE ?
Sì, le torce VARTA possono utilizzare anche altre marche di batterie. Tuttavia, per garantire la massima capacità luminosa, durata e fascio luminoso, si consigliano batterie VARTA.
CHE COSA SUCCEDE SE INSERISCO LE BATTERIE AL CONTRARIO?
Se si inseriscono le batterie al contrario, può accadere che la torcia semplicemente non funzioni. Ma può anche succedere che la luce si accenda e dopo poco si spenga o illumini meno intensamente. In tal caso, verificare che le batterie siano inserite correttamente.
LE TORCE VARTA SONO PRODOTTI SICURI E PROTETTI?
Sì, tutte le torce VARTA sono certificate CE e quindi testate a tutti gli standard europei richiesti. Collaboriamo con istituti internazionali come TÜV, Intertek e SGS per testare i nostri prodotti secondo gli standard europei. Tuttavia, anche il prodotto più sicuro non è protetto contro l'uso improprio.
QUALI SONO I VANTAGGI DEI LED?
I LED hanno molti vantaggi rispetto alle lampadine a incandescenza. Hanno una durata estremamente lunga e sono praticamente indistruttibili. Inoltre, sono altamente efficienti dal punto di vista energetico e offrono una maggiore emissione luminosa con un minor consumo di energia elettrica. Infine, i LED forniscono una chiara luce bianca.
I LED VANNO SOSTITUITI? SI BRUCIANO COME LE LAMPADINE?
I LED non necessitano di sostituzione poiché i LED ad alte prestazioni durano per ca. 50.000 ore, e i LED da 5mm anche per ca. 100.000 ore.
QUALI LED SONO USATI NELLE TORCE VARTA?
VARTA utilizza LED diversi a seconda del tipo di luce: LED standard da 5mm, che sono praticamente infrangibili e altamente resistenti agli impatti, e LED ad alte prestazioni, che presentano gli stessi vantaggi dei LED standard ma, grazie ai materiali migliorati e all'aumento delle dimensioni del chip, hanno una maggiore capacità luminosa (ad esempio LED Cree o LED Samsung).
CHE COS'È UN LED COB?
COB sta per "Chip on Board". Per i LED COB, i chip multi LED sono raggruppati in un unico modulo di illuminazione. Quando viene acceso, sembra un pannello compatto di illuminazione. Il vantaggio è una capacità luminosa molto elevata in spazi più ristretti.
LA GARANZIA VARTA DI 3 ANNI PER LE TORCE COMPRENDE BATTERIE E LED?
Le batterie sono a prova di perdita in base alla data di scadenza stampata sull'etichetta della batteria (ad es. batterie alcaline normalmente 10 anni), quindi non ricadono nella garanzia di 3 anni e hanno una garanzia ancora più lunga. I LED ad alte prestazioni durano per ca. 50.000 ore, e i LED da 5 mm anche per ca. 100.000 ore. Ciò significa che non è necessario sostituirli durante il ciclo di vita della torcia.
LE TORCE VARTA HANNO INDICATORI DI BATTERIA SCARICA E SE SI, COME FUNZIONANO?
Alcune delle nostre torce premium hanno un indicatore di batteria scarica. Può essere un LED blu o rosso all'interno del corpo della luce che lampeggia quando la batteria si sta scaricando (ad es. nelle nostre torce ricaricabili Night Cutter) oppure il LED principale lampeggia più volte quando la batteria si sta esaurendo (ad es. nelle nostre torce High Optics).
QUAL È IL VANTAGGIO DELLE LENTI SMERIGLIATE NELLE TORCE DI AREA?
Le lenti smerigliate sono utilizzate soprattutto su torce e lanterne di area e garantiscono una diffusione ideale della luce. Inoltre, grazie alla lente smerigliata, la luce non abbaglia.
È POSSIBILE UTILIZZARE UNA PILA RICARICABILE PER LE TORCE?
Le torce possono essere azionate solo con batterie del voltaggio indicato sulla confezione (ad es. 1,2 -1,5 V), pertanto si consiglia di controllare sempre le informazioni fornite sulla confezione. Soprattutto le batterie ricaricabili agli ioni di litio hanno una tensione più elevata e pertanto possono essere non adatte all'uso nelle torce.
CHE COSA SIGNIFICA IL LOGO FSC?
Il logo FSC indica che il materiale cartaceo utilizzato nella confezione proviene da foreste gestite e controllate in modo ecosostenibile.

LE TUE DOMANDE

Opzionale: Ti invieremo la risposta a questo indrizzo e-mail
* Campi obbligatori